PDA

Visualizza Versione Completa : Agar-agar, tutto quello che c'è da sapere



DukIta
10-07-12, 15:26
L’agar-agar è un'alga rossa originaria del giappone. Una volta disidratata e polverizzata, può essere utilizzata in cucina. La si utilizza come gelificante, proprio come la gelatina (che è di origine animale: pesce, maiale, manzo...).

L'agar-agar ha anche delle proprietà nutritive: favorisce la digestione e l'eliminazione delle tossine. E' un'alleata dei regimi dimagranti.

Con l'agar-agar si possono fare:
1. Gelatine
2. Creme
3. Spume
4. Confetture
5. Terrine
6. Dolciumi

L’agar-agar è diventato in questi ultimi tempi, uno dei "nuovi" alimenti salute/tendenza che si utilizza perché alla moda ma nello stesso tempo, e soprattutto, per cucinare sano e leggero!
"Nuovo"? Sicuramente non per i giapponesi che l'hanno scoperto nel XVII secolo. Con quasi zero calorie ma una grande ricchezza di sali minerali, la sua consistenza mucillaginosa favorisce l'eliminazione delle tossine e la digestione. I giapponesi lo sapevano e ne mettevano spesso un cucchiaio nel loro tè del mattino. In Occidente, ci si interessa a questo alimento, soprattutto per le sue proprietà gelificanti.

L'agar-agar può sostituire la gelatina?
Sì, nel caso in cui non si voglia consumare della gelatina comune.
L'agar-agar è otto volte più potente della gelatina normale e questo significa che 1 grammo di agar-agar equivale a 8 grammi di gelatina.

Ciò non vuol dire che possiamo ottenere lo stesso risultato utilizzando l'agar-agar al posto della gelatina.
La consistenza ottenuta con l'agar-agar, è più soda mentre quella ottenuta con la gelatina è più cremosa.

L’agar-agar deve essere portato ad ebollizione in un liquido e si solidifica solo nel momento in cui si raffredda,
mentre la gelatina non deve cuocere.

Come misurare l'agar-agar?

Il dosaggio più comune per l'agar-agar, 2 grammi, corrisponde ad un cucchiaino pieno.

Si può trovare l’agar-agar sotto forma di barrette, pasticche o in polvere.

Quale bisogna utilizzare?

Quello in polvere, senza alcun dubbio! Le altre due forme di agar-agar, sono molto più dure da utilizzare perché bisogna bagnarle e cucinarle più a lungo per ottenere il risultato desiderato.

Dove si trova l'agar-agar?

Si può trovare l'agar-agar nei negozi che vendono alimenti biologici o dietetici o nei piccoli negozi alimentari asiatici. Si può anche trovare
su qualche boutique online.

Quanto si conserva?

Non per molto, perché l’agar-agar può perdere acqua.

Per i dolci: 24 ore, 48 al massimo.
Per le gelatine di frutta: una settimana in frigorifero.
Per le confetture: 3 mesi, ma prima sono consumate, migliori sono.


A presto!